ADM, come funziona la licenza italiana per il gioco d’azzardo

ADM, come funziona pic 1

L’Italia ha una lunga e ricca tradizione rispetto al gioco d’azzardo, durante la quale nei secoli si sono alternati divieti e regolamentazioni. La storia del gioco d’azzardo nel nostro paese può essere fatta risalire al periodo dell’antica Roma, quando il gioco da tavolo Ludus duodecim scriptorum (simile all’odierno backgammon) riscuoteva grande successo tra i legionari romani nelle lunghe campagne di guerra.

La prima casa da gioco fu aperta a Venezia nel 1638 ma fu penalizzata dal governo con l’obiettivo di controllare l’attività dei giocatori. Sempre nel XV secolo, sono nati in Italia anche
Lotto e Baccarat sono nati in Italia nel XV secolo e la stessa tombola, molto simile al Bingo, ha una lunghissima tradizione nelle case degli italiani.

Storicamente la legislazione in Italia ha permesso la nascita di un numero molto limitato di casinò terrestri e essi al momento sono solo 4:  il Casino de la Vallée di Saint-Vincent, il Casinò di Sanremo, il Casinò di Venezia e il Casinò di Campione a Campione d’Italia.

Tuttavia, negli ultimi decenni si sono diffuse in tutta la penisola moltissime sale dove è possibile giocare alle slot machine per denaro reale, e dalla fine degli anni ‘90 in poi, con la diffusione di massa di Internet, hanno iniziato a proliferare casinò online e siti di scommesse sportive.

Il compito di regolare il gioco d’azzardo sia online che offline è affidato all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM). Questa autorità è infatti l’organismo di regolamentazione principale per il gioco ed essa è responsabile del controllo e della regolamentazione delle società di gioco che operano in Italia. Precedentemente, esisteva un organismo specifico denominato AAMS al quale faceva capo questa regolamentazione, le cui funzioni sono però successivamente assorbite da ADM:

 

Cos’è l’ADM?

Tra gli Stati membri dell’UE, l’Italia è stata la prima a regolamentare, autorizzare e legalizzare il gioco d’azzardo online nel 2006. Infatti, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli o ADM è il principale ente normativo che controlla e regola l’industria del gioco d’azzardo in Italia.

Si tratta di una delle tre agenzie tributarie istituite dal decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300. Dal 2012 questa pubblica autorità ha personalità giuridica e autonomia regolamentare, amministrativa, contabile, finanziaria e patrimoniale. Nell’aprile 2018 è stata annullata la divisione funzionale tra Area doganale e Area monopolistica, in quanto il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha autorizzato un cambiamento radicale delle funzioni e degli organi dell’Agenzia.

Pertanto, il 26 aprile 2018 è entrata in vigore la nuova disciplina che determina la mission di ADM suddividendola in quattro finalità principali. Uno dei suoi obiettivi è la supervisione del gioco d’azzardo e dei tabacchi, perché non solo essi sono legati agli interessi del Tesoro a causa della riscossione delle tasse, ma richiedono anche una maggiore protezione dei fruitori rispetto ai problemi legati alla dipendenza da gioco e al tabagismo.

 

ADM: Funzioni generali

Oltre a regolamentare il settore del gioco d’azzardo, ADM gestisce l’amministrazione dei dazi doganali e della tassazione interna del commercio internazionale e delle accise, assicurando la gestione dell’accertamento fiscale, della riscossione e dei contenziosi.

Inoltre, l’organismo ha anche il ruolo di gestire i servizi doganali al fine di garantire l’applicazione del Codice doganale dell’Unione Europea applicando tutte le misure rilevanti per la politica agricola e l’approccio commerciale comune in relazione al commercio internazionale.

Un altro compito che l’Autorità delle Dogane e dei Monopoli deve assolvere è la gestione del settore dei tabacchi lavorati. In particolare. ADM è competente per la riscossione delle accise, del prezzo al dettaglio e delle entrate fiscali dei prodotti. L’agenzia vigila e controlla la conformità dei prodotti del tabacco alla normativa nazionale e comunitaria vigente.

Inoltre, ADM previene e contrasta l’evasione fiscale e gli illeciti extra-tributari attraverso l’attività di analisi dei rischi, la gestione delle banche dati e l’effettuazione di verifiche. L’organismo, inoltre, sanziona la stessa l’evasione fiscale, verificando e indagando con i poteri di polizia tributaria e giudiziaria che gli sono attribuiti dalla legge e attraverso la collaborazione con altri enti locali, nazionali, dell’Unione Europea e internazionali.

L’ultimo compito attribuito a ADM riguarda la gestione dei laboratori chimici garantendo l’equilibrio tra costi e benefici che includono la fornitura di servizi specializzati ad altri enti, privati ​​e aziende.

 

ADM: Il ruolo nel settore del gioco d’azzardo italiano

La funzione principale dell’ADM è definire le linee guida per lo sviluppo e la progressione del settore dei casinò, delle scommesse sportive online e offline, e del gioco d’azzardo in generale. Controllando e regolando il comportamento degli operatori, questa entità garantisce un ambiente di gioco responsabile e legale per i consumatori.

Di fatto, questa autorità controlla e regola il settore del gioco d’azzardo in Italia assicurandosi che gli operatori agiscano secondo le regole, e combatte il gioco d’azzardo illegale in Italia. Ecco di seguito  i compiti di ADM nello specifico.

In primo luogo, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli vigila e controlla la sfera del gioco d’azzardo in Italia. Garantisce la corretta applicazione delle leggi e dei regolamenti legati al settore del gioco da parte degli operatori che vi operano. Di fatto, la tutela dei diritti dei cittadini attraverso le licenze e la regolamentazione del gioco d’azzardo è la responsabilità primaria di ADM.

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli presidia dunque il settore del gioco assicurando che gli operatori prevengano e combattano il gioco illegale. Collaborando con gli operatori del gioco d’azzardo, ADM garantisce l’equità e la sicurezza delle operazioni di gioco. Combatte le piattaforme di gioco illegali, le frodi e il riciclaggio di denaro.

ADM rilascia inoltre licenze agli operatori del gioco d’azzardo e oggi diverse società hanno richiesto una licenza per operare in Italia. Alcune di queste società hanno presentato domande separate mentre altre hanno richiesto una licenza. L’organismo di regolamentazione può imporre multe e annullare le licenze dopo aver indagato e perseguito il gioco illegale.

Poiché le attività senza licenza comportano conseguenze negative sia per il Paese (per il mancato gettito fiscale) che per i clienti, l’autorità di regolamentazione si batte contro queste società che non offrono gli stessi standard di protezione dei giocatori richiesti ai licenziatari.

ADM monitora inoltre l’offerta dei servizi di gioco. Essa garantisce che gli operatori forniscano i servizi ei prodotti previsti dal regolatore. Gli operatori devono offrire la soluzione di gioco più appropriata per consentire ai clienti di giocare in un ambiente di gioco sicuro.

Ciò significa che quando le attività di gioco d’azzardo sono illegali, l’Agenzia combatte queste attività illegali. Ad esempio, agli operatori autorizzati è vietato offrire attività di gioco d’azzardo non regolamentate dall’autorità italiana.

ADM è anche responsabile della riscossione delle tasse di gioco, nonché di contribuire alla regolamentazione fiscale nazionale e di lavorare per proteggere i consumatori dai problemi legati al gioco, promuovendo il gioco responsabile.

+ posts

Cristiano Coccanari è un content writer di Synergy Casino. Dopo gli studi in Legge all’Università di Perugia, ha iniziato a lavorare sin dai primi anni 2000 nei settori del web marketing, della pubblicità online e del copywriting. Collabora stabilmente con magazine e portali italiani con articoli su società, finanza, tecnologia e iGaming. Appassionato della Rete fin dai suoi albori, nel tempo libero ama viaggiare e guardare serie TV.